Il mobile cucina è diventato uno dei simboli più riconoscibili dei tempi moderni. Anche se non ufficialmente designato come tale, è arrivato a definire l’idea stessa di cucina e di cottura. È anche conosciuto semplicemente come cucina. Nelle nostre cucine moderne oggi, usiamo il termine “cucina” per riferirci all’area di lavoro o alla cucina stessa. Altri gruppi come la dispensa o il lavello sono a volte inclusi sotto l’ombrello della cucina, ma in realtà non sono altro che elementi laterali.

Oltre ad essere riconosciuti come un simbolo iconico, i mobili da cucina sono stati in realtà una parte importante del design della cucina fin dalla loro nascita. I primi modelli erano spesso molto utilitaristici e costruiti per sopravvivere solo uno o due cuochi alla volta. Con il passare del tempo e l’evoluzione del design di mobili, è diventato più facile per i designer di mobili e gli artigiani di creare progetti più permanenti e infissi in grado di resistere a più stress e uso. Il mobile da cucina è diventato la soluzione preferita per la maggior parte delle famiglie e per questo motivo, molti progetti di mobili da cucina sono nati che possono resistere a molto più di un singolo libro alla volta.

L’armadio da cucina è tipicamente costruito con quattro pareti e un unico bordo superiore insieme a pochi cassetti e ante. La costruzione di un tipico armadio da cucina è fatta di pannelli di particelle o di un materiale da costruzione simile. L’armadio è poi coperto con un’impiallacciatura in laminato o altra finitura, di solito in legno, che permette di verniciare o tingere qualsiasi colore a scelta. Un sottile impiallacciatura o legno è incollato alla superficie dell’armadio per proteggerlo e per permetterne il fissaggio al telaio del mobile. Alcuni armadi sono anche dotati di cerniere sul bordo superiore di ogni cassetto per un design più facile da spostare. Alcuni armadi sono coperti con vetro trasparente per permettere alla luce di fluire attraverso i cassetti, mentre altri possono avere solo una singola porta per tenere fuori il rumore dalla cucina così come la polvere.

All’interno della mobilia della cucina spesso e volentieri ovviamente troviamo anche le cappe da cucina, quelle soprattutto a scomparsa che sono da sempre state pensate per stare in tono con il resto della mobilia ma anche al tempo stesso per essere comunque altamente funzionali e aspirare odori e fumi nella miglior maniera possibile. Questo genere di cappe probabilmente sono ancora oggi quelle più richieste in commercio e in genere anche le più discrete, hanno spesso anche delle dimensioni compatte, importantissimo in una cucina magari di piccole dimensioni.

Tutto quello che desideri sapere in più lo puoi trovare qui di seguito: Ikea, le migliori cappe da cucina in catalogo del 2021, prezzi