Il citofono senza fili è una conquista della tecnologia, ma in che termini può rivelarsi un’arma a doppio taglio? In questo caso, però, vacilla la sicurezza e serpeggia la preoccupazione di un attacco al sistema in modalità wireless. Quanto è facile “hackerare” il sistema? Il timore che altre persone possano vederci o ascoltarci o sapere quando si è fuori casa, magari per approfittarne e pianificare un furto in appartamento non è così raro in chi si dota di questi sistemi, evoluti quanto si vuole ma non indenni da possibili falle che potrebbero minare la nostra sicurezza. Possono manifestarsi anche paranoie sui vicini, per timore di essere osservati dal dispositivo, specialmente se si vive con bambini o anziani, potenziali vittime di monitoraggi in video ‘rubati’, ma si tratta comunque di eccezioni, per quanto possibili, che non pregiudicano la bontà dell’apparecchio e non mettono in dubbio il suo potenziale. La maggior parte dei sistemi wireless sfrutta la rete wifi di casa per connettersi vicendevolmente.

Ciò sta a significare che se la propria rete wifi è sicura e adeguatamente installata, anche l’impianto citofonico è protetto. Sempre meglio dotarsi di modelli di qualità superiore e accessoriati, in quanto più opzioni intelligenti include il dispositivo e minore sarà la possibilità di un attacco al sistema. Un rischio, comunque, da non sottovalutare, soprattutto se si intende collegare le funzionalità del citofono al proprio smartphone, altra possibilità offerta dai modelli più evoluti. Proprio parlando della compatibilità del citofono con lo smartphone, anche in questo caso si tratta di un’arma a doppio taglio che, da una parte, arricchisce il servizio e le funzionalità del dispositivo e dall’altro lo espone a potenziali rischi di intromissioni da parte di terzi.

Se proprio si vogliono dormire sonni tranquilli si può sempre optare per dispositivi, presenti sul mercato, che sfruttano canali crittografati per comunicare fra loro. In questo modo si potrà essere certi di non essere ‘spiati’, grazie a un ulteriore grado di protezione a prova di intruso. Questo sistema, infatti, mette al riparo da chi intende bypassare i ‘paletti’ di sicurezza per infiltrarsi nelle nostre vite attraverso questi citofoni digitali, per vedere o ascoltare cosa sta succedendo in casa.