La capienza di una lavatrice, ossia la capacità di carico della macchina, è scelta a seconda del numero dei componenti della famiglia e alle personali abitudini.

Come caricare la lavatrice.

Il limite di carico è di 3,5 chilogrammi per arrivare poi a  11- 12  kg, la capienza media dell’elettrodomestico è di 6, 7 kg circa.

Per far sì che il bucato sia lavato nel migliore dei modi e per far in modo che la lavatrice non abbia eventuali guasti, non bisogna riempire eccessivamente il cestello. Non sarà infatti possibile inserire un quantitativo di biancheria superiore a quella che è la massimaportata dell’elettrodomestico, perchè si rischierebbe che i capi di abbigliamento siano lavati poco e male.

Considerando la lavatrice che ha una capacità di 9 kg il tipo di biancheria che potrà essere inserita nel cestello della macchina se si tratta di bucato di cotone sarà 9 kg chilogrammi.

Se invece si tratta del lavaggio di sintetici, non si dovrà superare il limite di 4 kg e per la lana di 2 kg.

Ovviamente la capacità di carico varia in base ai modelli e alle marche, in altre lavatrici, dalla massima capienza sempre di 9 kg sarà possibile inserire fino a 6 kg di cotone, tre kg invece di sintetici e 1,5 kg di lana. Se si immagina di dover preparare il quantitativo giusto di bucato con un lenzuolo, una federa, un accappatoio, una tovaglia, un jeans, un telo per poter asciugare le mani, una camicia, un copripiumone, un tovagliolo, una camicia da notte, biancheria intima, una tuta, un pigiama ed una camicetta. E’ consigliabile sempre leggere il libretto delle istruzioni per poter comprendere meglio come funziona la macchina.

La lavatrice è  dunque, fra gli elettrodomestici maggiormente amati in casa, difatti non si potrebbe fare a meno di tale macchina capaci di lavare e disinfettare la propria biancheria. I programmi di lavaggio variano in base al modello,in particolare con il prelavaggio bisognerà inserire un detersivo nella vaschetta apposita prima di avviare a lavatrice. Il riscaldamento consentirà all’acqua di riscaldarsi attraverso  una resistenza e la temperatura e la durata del ciclo di lavaggio variano in base al programma  scelto. Si passa in seguito al risciacquo della biancheria per poter eliminare qualunque traccia di detersivo e alla centrifuga che potrebbe presentare una velocità fissa o potrebbe essere impostata manualmente.

La lavatrice rappresenta allora un elettrodomestico che funziona mediante una tecnica, conosciuta come ammollo in cui si farà utilizzo dell’acqua abbinata a detersivi e anche ad ammorbidenti. Approfondimenti su www.lavatricemigliore.it.