Verificare le performance di una cuffia Bluetooth non è cosa da poco, dal momento che il grado di percezione uditiva non è uguale per tutti. Oltretutto le specifiche tecniche variano da modello a modello e non sempre danno la misura del livello qualitativo. Volendo testare la funzionalità e le prestazioni di una cuffia Bluetooth, occorre tener conto di una serie di parametri per la loro valutazione. I principali parametri da tenere in considerazione sono lo spettro di frequenze che la cuffia riesce a coprire, i driver e l’impedenza. Partiamo con l’analizzare il valore della frequenza. Le frequenze percepibili dall’orecchio umano coprono un arco che comprende valori tra i 20 Hz e i 20 KHz, tenendo sempre presente che sono numeri variabili da soggetto a soggetto. In linea di massima, questo valore si ‘accorcia’ con l’età, risultando le frequenze meno percepibili più in là con gli anni. 

Tutti i modelli di cuffie sul mercato, di cui si può avere un’ampia panoramica su www.cuffiabluetooth.it,  racchiudono l’intera gamma di frequenze udibili, ma alcune anche quelle non udibili (ultrasuoni, infrasuoni…), più ampio sarà lo spettro di frequenze coperto dalla cuffia, più nitida sarà la riproduzione audio. Per non sbagliare, attenetevi su valori dai 10 Hz ai 25 KHz, ottimi per cuffie amatoriali e fino ai 30 KHz nel caso di modelli professionali. Analizziamo ora l’impedenza, un valore di cui spesso sentiamo parlare senza averne una cognizione sempre chiara. Eppure è importantissima nella valutazione di una cuffia perché il suo valore influenza la nitidezza del suono.

Il valore dell’impedenza si misura in Ohm, che si riferisce alla resistenza elettrica, ed è compresa nei modelli sul mercato da 16 a 280 Ohm. Più alto è il valore dell’impedenza, più il suono risulterà pulito e brillante, soprattutto ad alto volume, quando le magagne delle cuffie mediocri vengono a galla. In questi casi per migliorare la qualità del suono ad alto volume può essere necessario dotarsi di amplificatori ad hoc, diversamente dai modelli a bassa impedenza che, invece, consentono ascolti di qualità anche ad alto volume, pur risentendone la nitidezza del suono, con il rischio di fastidiose interferenze. Come si può vedere, sbagliare il valore dell’impedenza può compromettere la qualità del suono, per questo si consiglia l’acquisto di una cuffia Bluetooth che abbia un’impedenza compresa fra 32 e 100 Ohm.